Richard Thaler, premio Nobel per l


Il prestigioso riconoscimento è andato al docente dell’Università di Chicago, dove ha approfondito i temi legati all’economia comportamentale: “È un pioniere nell’integrazione di psicologia e economia”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:
loading...

in foto: Richard Thaler, premio Nobel per l’Economia 2017 (Getty).

È Richard Thaler il vincitore del Nobel per l’Economia 2017. Professore presso l’Università di Chicago, a lui si devono studi determinanti per lo sviluppo della cosiddetta economia comportamentale che, a partire dalla psicologia, elabora modelli di comportamento alternativi rispetto a quelli della teoria economica standard. Nato negli Stati Uniti nel 1945, è stato definito dagli esperti della reale Accademia svedese hanno assegnato il prestigioso riconoscimento “un pioniere nell’integrazione di psicologia e economia, negli studi su come si producano deviazioni rispetto ai percorsi razionali, sulle preferenze sociali nelle scelte economiche e sulla mancanza di self control. Ha reso l’economia più umana”. Il valore del premio ammonta a 9 milioni di corone, pari a circa 1,1 milioni di dollari.

“Esplorando le conseguenze di una razionalità limitata, di preferenze sociali e di mancanza di autocontrollo – si legge ancora nelle motivazioni che hanno portato alla scelta del suo nome – lo studioso ha evidenziato come questi tratti umani influenzino sistematicamente le decisioni individuali e gli esiti del mercato”. Tra i suoi lavori più conosciuti, si ricordi soprattutto “Nudge” del 2008, pubblicato in Italia da Feltrinelli con il titolo “La spinta gentile – La nuova strategia per migliorare le nostre decisioni su denaro, salute e felicità”, scritto insieme a Cass R. Sunstain. Thaler succede all’anglo-americano Oliver Hart e al finlandese Bengt Holmström, vincitori dell’edizione 2016, premiati per i loro studi dei compensi e dei benefit che vanno ai top manager delle aziende.

Il premio all’Economia viene infatti assegnato solo dal 1969. A differenza degli altri premi Nobel, anche se viene gestito dall’Accademia omonima, è stato istituto dalla Sveriges Riksbank, la banca centrale svedese, in occasione dei 300 anni dalla sua fondazione. Finora sono state 79, compreso l’ultimo economista, le personalità che hanno ricevuto il Nobel per l’Economia e fra queste soltanto una donna, Elinor Ostrom della Indiana University. Tra di loro, figura anche l’italiano Franco Modigliani, vincitore nel 1985 per “la sua analisi pionieristica del risparmio e dei mercati finanziari”.


LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here