Lupini: proprietà, utilizzi e controindicazioni


I lupini (Lupinus albus) sono antichi legumi ricchi di proprietà benefiche, conosciuti fin dai tempi di Maya ed Egizi: una pianta appartenente ai cibi tipici del bacino mediterraneo. Per molto tempo sono stati coltivati per migliorare il terreno, in quanto ricchi di azoto, ma anche per il pascolo e per l’alimentazione umana. I lupini, conosciuti in Italia anche con il nome di lupini bianchi, sono ritornati in auge negli ultimi anni, soprattutto grazie al loro alto valore proteico che li rende l’alimento perfetto per vegani e vegetariani. Inoltre si tratta di un alimento privo di glutine e con basso indice glicemico, ideale quindi anche per chi soffre di diabete.

Proprietà e benefici dei lupini

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:
loading...

Dal punto di vista nutrizionale, i lupini sono legumi ricchi di proteine e privi di glutine, proprio come fagioli e ceci. Contengono importanti proteine vegetali: 100 grammi apportano 38 grammi di proteine. Il contenuto proteico dei lupini è paragonabile a quello della soia, ma anche della carne e delle uova, il che li rende l’alimento ideale per vegani e vegetariani. Sono inoltre ricchi e tante fibre, che contribuiscono a mantenere in salute l’intestino, favoriscono infatti l’eliminazione delle tossine, depurando l’organismo. I lupini sono anche ricchi di vitamine, soprattuto vitamina  A, B e C, e sali minerali, in particolare potassio, calcio, ferro e manganese. I lupini contribuiscono a migliorare il metabolismo, inoltre proteggono il cuore, tenendo sotto controllo l’ipertensione e il colesterolo cattivo (LDL), grazie alla presenza di  Omega 3 e Omega 6, importanti per il corretto funzionamento dell’organismo. Il consumo di lupini è utile anche a chi soffre di diabete: ciò grazie alle fibre, al basso indice glicemico. Inoltre favoriscono la perdita di peso: aumentano il senso di sazietà e contengono poche calorie: 114 ogni 100 gr di prodotto.

Lupini: dove trovarli e come utilizzarli

Potete trovare i lupini nei supermercati, nei negozi di alimentari e nei mercati, solitamente sono in vendita già cotti, in salamoia. Una volta acquistati vanno scolati e sciacquati prima di utilizzarli, altrimenti saranno troppi salati. I lupini si utilizzano di solito per preparare burger vegetali e polpette di legumi,: per realizzarli vi basterà utilizzare i lupini precotti. Con la farina di legumi potete preparare anche pasta, pane, farinata, crackers, zuppe e vellutate. I lupini in salamoia sono invece l’ideale per gli aperitivi o come contorno. Per eliminare la lupinia, la sostanza tossica presente nei lupini, questi legumi devono essere cotti tramite bollitura e poi messi in salamoia. I lupini secchi, invece, hanno bisogno di un lungo ammollo per eliminare tutte le sostanze potenzialmente dannose: per questo conviene acquistare quelli precotti, conservati in salamoia, per le vostre preparazioni in quanto sono già pronti e, soprattutto, sicuri.

Controindicazioni

I lupini possono creare gonfiore intestinale, soprattutto nei soggetti predisposti, quindi meglio non esagerare. I lupini non devono essere consumati in caso di allergia al lupino e potrebbero causare problemi anche a soggetti allergici ad arachidi, piselli, lenticchie e soia: in questi casi chiedete consiglio al vostro allergologo prima di consumarli. In caso di allergia potrebbero verificarsi alcuni sintomi come eruzioni cutanee, dolori addominali, difficoltà respiratorie e, nei casi più gravi, shock anafilattico. Il consumo frequente di lupini in salamoia potrebbe essere controindicato in caso di ipertensione o problemi cardiaci, in quanto molto salati. Per qualsiasi dubbio consultate sempre il medico.

LEGGI L’ARTICOLO ORIGINALE

loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here