ecco come risolvere in modo facile e veloce


Pulire le orecchie regolarmente è importante per evitare infezioni e problemi all’udito, causati spesso da un accumulo di cerume, il cosiddetto “tappo”. Non si tratta però dell’unico elemento che può darci la sensazione di orecchie tappate: ad infastidire il nostro canale uditivo, causando l’otturazione delle orecchie, ci sono anche acqua, catarro e pressione, dovuta all’altitudine. Tutti elementi che possono ridurre l’udito, facendoci sentire i suoni ovattati. Grazie a dei semplici rimedi della nonna, è possibile però stappare le orecchie in modo naturale, evitando così fastidio, riduzione dell’udito e possibili infezioni.

Perché si tappano le orecchie: le cause più comuni

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:
loading...

Perché si otturano le orecchie? Tra le cause più comuni ci sono le infezioni respiratorie, soprattutto raffreddore e sinusite: il condotto che dalla cavità nasale va nell’orecchio interno di riempie di muco, causando una diminuzione dell’udito. L’altra causa è l’eccessivo accumulo di cerume che favorisce la formazione del cosiddetto “tappo di cerume”: quando diventa troppo spesso si può eliminare solo con specifici strumenti. In estate l’acqua è il motivo per il quale aumentano i casi di orecchie tappate: ciò avviene quando ci si tuffa al mare, al lago o in piscina, senza far attenzione all’acqua che entra nel corpo attraverso le orecchue: per questo i nuotatori indossano di solito degli appositi tappi. Anche trovarsi a molti metri di altitudine può far sì che le orecchie si tappino, a causa della pressione. Un problema che capita di frequente a chi viaggia spesso in aereo, soprattutto durante il decollo, oppure durante escursioni a diversi metri sul livello del mare. Una volta scoperte le principali cause delle orecchie tappate, scopriamo ora quali sono i rimedi naturali per stapparle velocemente e in modo efficace.

Dall’aceto di vino bianco alla soluzione salina per liberarsi del tappo di cerume

Tra i rimedi della nonna contro le orecchie tappate, il mix aceto di vino bianco e alcool è tra i più efficaci per liberarsi del tappo di cerume: mescolate le due sostanze e inseritene alcune gocce all’interno dell’orecchio con l’aiuto del contagocce, tenendo la testa chinata da un lato per 5 minuti. Ora bisognerà tappare l’uscita dell’orecchio con del cotone: dopo qualche minuto il tappo di cerume sarà sciolto. Altro rimedio è quello di mescolare poche gocce di acqua tiepida e olio d’oliva, oppure olio per neonati. Applicatene alcune gocce tenendo la testa piegata su un lato e lasciate agire sempre per 5 minuti: pulite poi i residui con un panno di cotone pulito. Sciacquate poi con acqua tiepida, per ammorbidire il cerume, e asciugate con un asciugamano delicatamente. In alternativa potete utilizzare una soluzione salina per stappare le orecchie dal cerume: inseritela nell’orecchio, sempre tenendo la testa chinata su un lato, con l’aiuto di una siringa senza l’ago: spruzzatene solo qualche goccia. Tappate l’orecchio con un batuffolo di cotone così da far defluire il liquido. Se il cerume è troppo spesso e non riuscite ad ammorbidirlo, consultate il medico. In ogni caso evitate l’utilizzo dei cotton fioc: non fanno altro che compattare il cerume, favorendo la formazione del tappo, causando così l’otturazione dell’orecchio.

Masticare chewingum o sbadigliare per stappare le orecchie dall’acqua

Per stappare le orecchie dall’acqua possiamo innanzitutto inclinare la testa da un lato, così che la forza di gravità faccia uscire fuori l’acqua. Altrimenti è possibile esercitare pressione con il palmo della mano per pochi secondi per poi rilasciare, consentendo così all’acqua di defluire. Se l’orecchio dovessere risultare ancora tappato provate a masticare un chewingum in modo energico, oppure sbadigliate per un po’: il movimento della mandibola e della mascella, favoriranno la decongestione. Un altro rimedio casalingo, consiste nello stendersi sul fianco per una decina di minuti.

Suffumigi con olio essenziale di eucalipto per liberare le orecchie dal catarro

se le vostre orecchie sono tappate a causa della sinusite o del raffreddore, potete provare a stapparle con dei suffumigi che libereranno naso e orecchie. Fate bollire dell’acqua calda con all’interno 2-3 gocce di olio essenziale di eucalipto e un po’ di sale grosso. L’olio essenziale di eucalipto svolge infatti un’azione decongestionante, mucolitica ed espettorante: potete aggiungerlo anche alla soluzione salina, sempre per stappare le orecchie otturate dal catarro.

Compensazione forzata per stappare le orecchie dalla pressione

Quando ci troviamo ad alta quota, soprattutto quando viaggiamo in aereo, possiamo avvertire la sensazione di orecchie otturate, un fastidioso dolore che solitamente provano i sub professionisti. In questo caso bisogna compensare la variazione di pressione in questo modo: otturatevi il naso con le dita e spingete fuori l’aria come se voleste farla uscire dalle orecchie. Vi basteranno pochi secondi per stappare le orecchie.

LEGGI L’ARTICOLO ORIGINALE

loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here