Allevo capre e maiali. La mia donna ideale? Timida e vergine


Dopo la partecipazione all’Isola dei famosi 2018, Simone Barbato è tornato alle origini. Il mimo attualmente vive nelle campagne di Ovada in provincia di Alessandria. Con lui la simpaticissima nonna Pellegrina e la madre Nadia. L’ex naufrago ha raccontato alla rivista ‘Grand Hotel’ la sua nuova vita lontano dai riflettori.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:
loading...

Simone Barbato ritorna alle origini

Simone Barbato ha spiegato che andare a vivere in campagna per lui ha avuto il sapore di un ritorno alle origini. Sia i nonni che la madre, infatti, sono contadini. Tre anni fa ha deciso di accostarsi anche lui a quella vita a contatto con la natura e così è riuscito a trovare la sua giusta dimensione. Oggi alleva maiali e capre:

“In realtà in campagna ci sono nato: i miei nonni hanno sempre fatto i contadini e anche mia mamma Nadia è un’imprenditrice agricola, che coltiva l’uva e la vende alle cantine vinicole. Io ho iniziato ad appassionarmi seriamente tre anni fa: ho preso un’ala della cascina di famiglia e l’ho ricostruita tutta in pietra con le mie mani, poi ho cominciato a girare per le fiere alla ricerca di animali da compagnia: maiali, galline, capre…”.

La donna ideale di Simone Barbato

Sotto il profilo sentimentale, Simone Barbato ha ribadito di non essere mai stato fidanzato. Nel corso dei suoi trentasei anni si è innamorato una sola volta. Il mimo ha approfittato dell’intervista per tracciare un ritratto della sua donna ideale anche se nonna Pellegrina lo reputa troppo esigente:

“Non sono mai stato fidanzato. Mi sono innamorato soltanto una volta, da adolescente, di una ragazza del mio paese, ma lei non mi ricambiava. Da allora non mi è più successo di incontrare qualcuno che mi facesse provare quelle emozioni. La mia donna ideale? Buona, gentile, timida. Se trovassi una ragazza che è ancora in grado di arrossire, avrei trovato il mio tesoro. Naturalmente mi piacerebbe che fosse amante della campagna e degli animali, come me. E che fosse vergine…Forse ha ragione mia nonna Pellegrina, quando dice che dovrei farmi fare una fidanzata in marmo, perché una così in carne e ossa non la troverò mai”.

La campagna ispira la sua arte

Infine, Simone Barbato ha voluto fare due precisazioni. Innanzitutto ha chiarito che non alleva gli animali per mangiarli o per trarne profitto tramite la vendita ma “solo per amarli come meritano”. Il mimo, inoltre, ha spiegato di non aver preso del tutto le distanze dalle sue inclinazioni artistiche. Al contrario, la vita di campagna lo fa sentire ancora più ispirato e così continua a comporre “musiche, poesie e testi per spettacoli teatrali”.



leggi l’articolo dalla fonte

loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here